CorsicoToday

Corsico, i giovani del Consiglio comunale ragazzi in visita in Regione

Come nasce una legge? Quanto ci vuole per approvare una norma regionale? Sono alcune delle domande che la trentina di componenti del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze di Corsico ha rivolto al vicepresidente Franco Nicoli

Come nasce una legge? Quanto ci vuole per approvare una norma regionale? Decidete per tutto il territorio della Regione o anche solo per alcune sue parti? Sono alcune delle domande che la trentina di componenti del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze di Corsico ha rivolto nella mattinata di oggi al vicepresidente del Consiglio regionale Franco Nicoli Cristiani.

A guidare la delegazione corsichese l'assessora Nadia Landoni, il funzionario dell'area Pubblica istruzione Salvatore Beccaccini e alcune insegnanti. Una componente dell'ufficio regionale Relazioni esterne ha spiegato ai giovani delle scuole primarie, eletti nel CCR, quali sono le competenze dell'organo esecutivo e di quello legislativo della Regione. La delegazione formata da quarantuno persone, tra bambine e bambine e accompagnatori, ha poi rivolto domande di ogni tipo. Tra queste: se è semplice o difficile decidere le leggi e che cosa succede se una legge approvata non viene applicata o rispettata. Il vicepresidente Nicoli Cristiani, che ha una ventennale esperienza sia come consigliere sia come assessore, ha risposto punto per punto ai quesiti, sottolineando che da un'idea nasce poi una discussione per arrivare a una proposta di legge. E che il parlamentino regionale approva una ventina di norme ogni anno, nelle materie di sua competenza. La visita è proseguita con un gioco di ruolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nominato il presidente della Giunta e due assessori, che hanno preso i posti occupati generalmente dal Governatore della Lombardia e da due componenti dell'esecutivo. Due bimbe, dopo aver illustrato alcune loro proposte per rendere le scuole più colorate o bloccare la circolazione delle auto in alcune ore della giornata, ma anche mettere più giochi nei parchi, sono state elette presidente e vicepresidente dell'improvvisata assemblea regionale. La richiesta di maggiori spazi, nel territorio regionale, per il gioco, ma anche per muoversi in bicicletta, senza rischiare di essere investiti, ha rappresentato il filo conduttore degli interventi successivi. Non sono mancati interrogativi sul ruolo della politica: professione o passione? Per i funzionari regionali e per il vicepresidente del Consiglio prevale il secondo aspetto. La stessa che hanno dimostrato i giovanissimi corsichesi, che dimostrano fin da piccoli una sensibilità e attenzione alle problematiche legate all'ambiente che li circonda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, terribile schianto in pieno centro: gravissimo un ragazzo

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Orrore per una mamma di Milano, violentata e picchiata davanti ai suoi bimbi: un arresto

  • Non è affatto detto che Milano torni a essere quella di prima

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento